"I cristalli sono polvere di stelle scesa dal cielo e condensata...
Per questo contengono i nostri desideri e i nostri sogni."
(H.Hesse)

domenica 29 settembre 2013

MANIFESTO DEL SOUTACHE LIBERO

PREMESSA...queste sono riflessioni che ho scritto di mio pugno, ma che non rappresentano solo il mio pensiero ma le riflessioni di un gruppo di amiche perlinare stufe di sentir di tutto e di più da chiunque.

MANIFESTO DEL SOUTACHE LIBERO
visto che ho sentito dire di tutto a tutti....ho ascoltato, ho raccolto opinioni, scemate e cose giuste e mi sono fatta una mia idea ed adesso ve la cuccate.
1- chi ha detto che una maniera di fare soutache è giusta ed una è sbagliata??
2- chi vuole mettere le briglie alla bellezza??
3- perchè per tirare l'acqua al proprio mulino bisogna sempre sputare sul lavoro degli altri?
4- qual'è e chi è l'AUTORITA' SUPREMA che ha detto che il soutache si fa così o cosà???
PERMETTETEMI.
Le piattine soutache sono delle fettucce tessili usate nell'abbigliamento da secoli.
Nei lavori tradizionali sono cucite su tessuti e abiti come abbellimento, qualche anno fa una geniale creatrice ha pensato di cucire pietre, perle e cristalli nelle volute di soutache, lanciando nel mondo i gioielli che noi tanto amiamo.
Non mi risulta che abbia brevettato una tecnica, ma parecchie creative hanno cominciato dopo di lei a fare gioielli in soutache trovando la PROPRIA strada e la PROPRIA  tecnica per ottenere dei risultati simili.
Nel mondo del web e su youtube ho visto e sentito di tutto, cose giuste e grandi baggianate. C’è chi cuce i cabochon con i castoni direttamente alle piattine, c’è chi incolla i cabochon ad una base tessile e poi cuce le piattine alla base, c’èchi usa solo pietre piatte, c’è chi ha trovato il giusto escamotage per incollare anche i rivoli che hanno la punta sul retro, c’è chi incolla direttamente le piattine al bordo del cabochon per poi cucire tutto il resto.  
Anche per il resto del lavoro e per l’inclusione delle catene strass nel lavoro ho visto di tutto: c’è chi le cuce solo da un lato, c’è chi le cuce da entrambi i lati, c’è chi le incolla e poi le cuce, c’è chi le incolla e basta….qual’è il metodo giusto???
QUAL’E’ IL VERO SOUTACHE??
Secondo il mio modestissimo parere il VERO SOUTACHE è quello BELLO….fatto bene, rifinito bene, quello che non presenta difetti vistosi ad un primo sguardo. Il vero soutache è quello fatto con il cuore, che sia cucito, incollato, sputato, saldato con il laser, fate voi, il VERO SOUTACHE è quello che ti lascia senza fiato per la sua bellezza.
Putroppo ho sentito troppe maestrine che si arrogano il diritto di giudicare il lavoro altrui. SOLO il loro è VERO SOUTACHE….tutto il resto è MERDA.  PER FAVORE RIDIMENSIONATEVI.
Ho visto soutache tutto cucito splendido ed ho visto soutache tutto cucito pessimo, tutto a gobbette, irregolare e per le creatrici è tutto irregolare non perché non sono capaci di tirare bene le piattine e di cucire con punti non troppo tirati,  ma perché questo è “il bello” delle cose fatte a mano.
Ho visto soutache incollato tutto spata sciato orribile ed ho visto capolavori di precisione e bellezza.
Ho visto una tecnica mista (cucito ed incollato solo in qualche punto) bellissima, regolare, pulita ed ho visto cose penose…..
Insomma……..aldilà del tipo di tecnica che personalmente io utilizzo...ragazze mie NON SPUTATE SUL LAVORO DEGLI ALTRI PER ESALTARE LE VOSTRE CREAZIONI….il modo giusto per rendervi merito è chiudere la bocca e lavorare BENE, QUALUNQUE TECNICA VOI UTILIZZIATE.

W IL SOUTACHE LIBERO!!!!


3 commenti:

Sandra ha detto...

Sono d'accordo con Te, a prescindere che io sono una di quelle che ammira il lavoro altrui, cerca di capire la tecnica e condividere. Poi, aggiungo e finisco che l'arte, l'ispirazione sono così talmente intime che nessuno può arrogarsi giudizi. Non mi permetterei mai di dire che quel che faccio è brutto o bello, è solamente mio! La perfezione non è dell'uomo, ma la perseveranza e la pazienza fanno raggiungere mete inattese. Buon lavoro cara e soprattutto buona vita ... ma non per ultimo infischiatene di chi usa certe bassezze! Un abbraccio

Dalida Aries ha detto...

Credo che il tuo discorso si possa applicare a tutte le tecniche di lavorazione, anch'io tante volte mi sento dire ma perchè fai così? ma non si deve tenere l'ago così? e in che modo lavori?? come meglio mi trovo io..... è il risultato finale che conta!!!!!!!

Il soutache non lo conosco e non so nemmeno da che parte iniziare e a dire il vero non mi attira granch'è come tecnica però ammiro molto i lavori che molte di voi artiste sapete realizzare.
Voglio dire alle cosidette "maestrine" che dagli altri s'impara e a ritenersi perfetti si rimane fermi e non ci si evolve!!! E non è che forse tutti questi discorsi sono dettati dall'invidia????
Tu sei brava e fai delle meraviglie, e questa è una realtà, quindi cntinua così e manda a quel paese tutto il resto
Un bacione cara e buona domenica

Etoile ha detto...

Io non posso dire niente in merito, non conoscendo questa tecnica, o meglio, la conosco ma non l'ho mai sperimentata, quindi non saprei da dove cominciare, per di più so per certa, che non ci proverò nemmeno, non perchè potrei ritenermi incapace, senza pretesa, fin'ora ogni nuova tecnica che ho provato, modestamente, non è uscita male, anzi......ma semplicemente perchè dalle mie parte, non è cosa apprezzata, non ne ho visto in giro.......per come la penso io, da pura ignorante in materia, trovo i tuoi lavori con questa tecnica bellissimi e perfetti ( ripeto, il mio occhio da "non praticante" non vede nessuna imperfezione).......non ti curare di chi ha da ridire, dico sempre che chi critica sono persone solo gelose, e non dovrebbero , se si ritengono cosi superiori a te, non hanno niente da temere no? lascia le persone negative là dove sono, la negatività se gli dai retta si attacca ovunque e distrugge l'estro di una persona........sii te stessa, felice di quello che fai, e orgogliosa, hai già avuto tante dimostrazioni che meriti e che il tuo lavoro è excellente. Un bacione Ely e buona domenica

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

Archivio blog